Uncategorized

Io, con un piede davanti all’altro.

peonia

Ho scoperto da poco le peonie ma, istintivamente, le ho amate da subito e sono diventate il mio fiore preferito. Perché mi ci rivedo.

Hanno un profumo delicato e per niente invasivo.
Devi avvicinartici per sentirlo.
Devi chiudere gli occhi e lasciare che il fiore sussurri il suo messaggio.
Se metti una peonia accanto a un fiore più deciso, ne prenderà il profumo e non avrà più nulla da dire.
Un fiore discreto, timido. Proprio come me.
Uno di quei fiori che quasi non li noti. Proprio come me.

Ieri, per la prima volta, mi sono regalata un mazzo di peonie. Non me le ha mai regalate nessuno. Per la prima volta sono entrate in casa e lo hanno fatto con me. Le ho caricate d’amore e di un legame prezioso che, alla fine, sembra portarmi fortuna.

Sto vivendo un momento molto delicato della mia vita, fatto di scelte, di forte confusione, fatto di silenzi e riflessioni e nel contempo di troppo rumore e caos.
Uno di quei momenti definiti giri di boa. Non sai quanto dureranno, non puoi deciderlo tu.

Sai solo che non hai voglia di parlare, men che meno di ascoltare.
Non ho voglia di confidarmi, egoisticamente non me ne frega niente delle storie degli altri.
Non è cattiveria ma autodifesa. Mi sono chiusa a riccio perché dentro di me c’è una casa da rimettere in ordine.
Ha le persiane socchiuse in modo che il sole entri educato.
Ha cose sparse in giro, la mia casa, che devono trovare un posto.
Ha parole da riordinare, lenzuola stropicciate che fanno male.
Ha anche quadri molto belli da godere in solitudine.
E fotografie.
E Moleskine piene di ricordi.
Ma ha anche cose che, in casa, non voglio o voglio mettere in un angolo perché non mi servono davvero (o mi servono raramente). Quelle cose che metti sui ripiani alti della cucina perché, quando le userai, dovrai prendere la sedia per raggiungerle.
Perché sai che le userai poco o, davvero, all’occorrenza.

Ora sono seduta su una poltrona in un angolino di questa casa immaginaria.
Avete presente quando si spostano gli oggetti convinti di metterli in ordine e invece li stai solo muovendo fisicamente e te li ritrovi in mezzo ai piedi sprecando solo tempo e non concludendo nulla? Ecco, finora ho fatto così.
Ora mi sono seduta. Mi sto guardando in giro e sto decidendo da che parte iniziare. Davvero.

E, per ora, ho iniziato a scrivere. E cucinare.
Mi fa stare bene, mi serve per pensare.
Scrivo su una Moleskine bianca che ho comperato a Venezia, di ritorno da un corso sul Social Media Management.
Penso che, per la prima volta, la riempirò fino all’ultima pagina.

Cucino per progetti nuovi che mi fanno sentire finalmente realizzata (nel mio piccolo).
Sogno progetti speciali con persone speciali.
Cerco di concludere cose. Mi dedico all’organizzazione delle giornate in modo da procrastinare il meno possibile.

Faccio in modo che, a distrarmi, sia solo la realizzazione dei sogni.
E intanto sistemo la mia casa. E annuso le mie peonie che sussurrano cose belle.
Scusate quindi eventuali silenzi. Non sono per voi. Sono per me.
Ovviamente questo genere di post, che riguarda più me che la cucina, sarà estremamente raro. Non escludo possa essere l’unico. Non escludo possano seguirne altri. Il blog non è un diario con il lucchetto ma, a volte, aiuta.

Intanto cammino, da sola, con un piede davanti all’altro.

 

 

 

 

Annunci

4 thoughts on “Io, con un piede davanti all’altro.

  1. Ma stellina :).
    La vita è fatta proprio di montagne russe. Sono quelle che ricordi e non le giostrine con i cavalli.
    Basta seguire il cuore. Di certo è più facile.
    Ti abbraccio forte Cami ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...