Uncategorized

La mia estate vintage

Summer 14

Da domani le vacanze iniziano anche per me.
Prima di ogni manciata di giorni di relax amo fare la lista delle “cose da fare” durante le vacanze.
Niente di serio ma non voglio perdere nemmeno un secondo dei giorni a venire, arrivando a settembre carica di ricordi, emozioni e progetti conclusi.
Anche perché comunque dovrò lavorare.
E poi perché amo fare le liste.

Quindi:

*mentre scrivo ascolto musica che rilassa la mente e la porta sparata a immaginare un tramonto marittimo sorseggiando mojito, lasciando che la brezza asciughi la salsedine rimasta sulla pelle.
Vi lascio il link.
Spero piaccia anche a voi:

* mi segno le cene/aperitivi/giri in centro con gli amici che rimando da sempre perché lavoro di sera e quando la gente esce io non ci sono mai;

*guardo ogni genere di tutorial sull’utilizzo della nuova macchina fotografica Fujifilm che ho acquistato. Permette di sviluppare fotografie come le vecchie Polaroid e sono emozionata all’idea di poter immortalare immediatamente la luce migliore, l’angolino speciale, uno sguardo felice.
Non avranno la definizione tecnica di quelle fatte con la reflex.
Probabilmente saranno sovraesposte, mosse e chi più ne ha più ne metta, ma io sarò davvero felice nel ritrovarle nella mia Moleskine a intervallare la mia grafia.
E poi è bellissimo dover scegliere per forza il soggetto desiderato.
Centellinare lo scatto e renderlo davvero prezioso e unico.
E avrà la bellezza imperfetta della vita.

*scelgo i libri da leggere (un po’ per lavoro, un po’ per diletto);

*pianifico le ricette da provare e quelle da spedire al sito per cui scrivo

*scelgo il profumo/bagnoschiuma/shampoo che creerà  nella mente il trait d’union tra il vissuto e la memoria;

*preparo l’intervista da fare a breve;

*preparo un piano d’azione nel caso in cui decida di piovere fino al 9 settembre;

*mi segno film/serie tv da vedere seduta sul divano con il gelato alla soia;

*fisso i post da pubblicare qui e su Onfoodwriting dato che potrò scrivere di notte;

*lascio lo spazio per varie ed eventuali.

Ma soprattutto tengo pronta la scatolina a chiusura ermetica per ogni genere di scadenza, legame tecnologico o condivisione; mettendo in standby il tasto “condividi” e attivando il tasto “goditi le cose”; accendendo il computer solo per scrivere o fare ricerca; lasciando che le storie me le raccontino i libri e i luoghi ( e non Facebook); chiacchierando con le persone che amo dal vivo e non su whatsapp; fotografando senza aggiungere nulla su Instagram; mangiando senza impostare gli ISO; lasciando alla vita il suo giusto tempo.

Buone vacanze, se dovete ancora fare.
Buon lavoro, se per voi è già “settembre”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...