Uncategorized

D’autunno, d’ottobre e di zucche

Pumpkin time

Ottobre è caldo ancora, ma a tratti. Dipende dai giorni.
Può stupirti con un sole generoso e chiuderti in casa per una pioggia incessante che invita alla pigrizia e a un tè caldo.
Oggi c’è il sole e le sfumature calde autunnali brillano in ogni dove.

Mi sono svegliata con la voglia di fare qualcosa con la zucca che mi ha regalato mio suocero qualche giorno fa.
Mi sono svegliata consapevole che tra circa un mese ci sarà la mia festa preferita di questo periodo, il giorno del Ringraziamento, che significa occhi felici, pensieri grati ma anche Apple pie, zucche e formaggio di capra.

Quindi ho diffuso il casa una delle mie canzoni preferite di Paolo Nutini, Autumn, e mi sono messa a cucinare.
Amo fare la Pumpkin pie perchè richiede tempo. E amore.

Tagliare la zucca è un pasticcio. Richiede forza e coraggio. Ma poi, quando si convince di aver perso, profuma l’aria di melone. Si, è proprio questo il messaggio che ha lasciato oggi la mia zucca nell’aria metre la tagliavo.
E’ una sorta di arrivederci all’estate e benvenuto all’autunno perchè poi, in forno, quel profumo fresco che rimanda al mare, lascia il posto a un sentore deciso, caldo, interiore. E si abbraccia alla cannella, alla noce moscata, a un plaid, un gatto e un libro da leggere in silenzio.

Per iniziare a fare la Pumpkin pie devi mettere la zucca in forno per circa un ora.
In quell’ora tendo a fare quella colazione lenta e silenziosa che tanto amo, con caffè, un croissant caldo e il giornale del mattino.

Poi devi tagliuzzare la polpa cotta.
E senti che il profumo è già cambiato, le fette di zucca sono ancora calde e morbide, proprio come una coperta di lana o un abbraccio che sognavi da tanto.

Poi unisci gli altri ingredienti e la magia si compie e quella zucca tanto cocciuta si è trasformata in accogliente velluto. Ora servirà un’altra ora in forno per rendere il ripieno sodo e invitante..

Altro tempo per annusare l’aria, per riflettere, per dedicarci tempo, per ascoltare musica o non fare nulla..semplicemente.

L’autunno è il mio inno alla semplicità e al calore. E alla gratitudine
Per un abbraccio, per uno sguardo, per un pensiero delicato.
Per tutte quelle cose che ci passano davanti agli occhi tutti i giorni e a furia di vederle diventano trasparenti.

Domani pubblicherò la ricetta della torta, a oggi il semplice chiacchiericcio.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...