Uncategorized

Alias: il cibo, i ricordi e una lista della spesa..

zia Amelia

L’articolo di oggi nasce da un po’ di cose.
In primis da questo bellissimo post di Zelda was a writer.
Lei è ciò che leggo per ricordarmi di quanto sia indispensabile la letteratura nella mia vita. Quando pragmatismo e grigiume diventano il mio boiling point della giornata, quello di Camilla è uno dei luoghi in cui amo rifugiarmi.

Tempo addietro, Camilla aveva trovato la fotografia di uno sconosciuto e l’aveva trasformata in parole, in un’accorata lettera scritta durante un viaggio. Si sa, le lettere richiedono tempo. E la mia è arrivata oggi. Non a caso. Nel mio giorno della memoria. Nel giorno in cui ho perso molto. Tanti anni fa.

Eccola:

” Bambina mia, ho pensato a lungo a questa lettera. Alcune nascono di getto, seguendo un flusso senza barriere. Altre crescono come le foglie, i fiori, i frutti. Con pazienza e nell’attesa del momento giusto.
Un po’ come si vive la vita: chi la divora, quasi non sentendone il sapore; chi la degusta, cercando il profumo più nascosto di ogni cosa.

E tu? Come stai vivendo?

Da molto non sono più presente. Qualcuno più grande di me ha stabilito un altro luogo da cui amare te, tua madre e i tuoi fratelli.
Come stai? Sei felice?
Mangi con criterio?
Che voi giovani avete ritmi strambi con cui scandire le giornate e date nomi ai pasti talmente ridicoli che mi chiedo dove finirete.

Ti sento, lo sai, quando ti manca il respiro dalla malinconia e quando parli della tua “bambina ancora invisibile”, dei progetti per lei, dei tuoi sogni nei suoi confronti e del fatto che vuoi chiamarla come me: Amelia.

Soprattutto ti sento quando cucini. Sento il tuo cuore, la tua anima che inizia a brillare.
Sento quei momenti così nostri, quei movimenti precisi che alla fine hai imparato.
E gli anni si annullano e mi ritrovo di nuovo con te a preparare la cena, appoggiata alla cucina, indicandoti le giuste procedure.

Ho notato che hai insegnato a Rebecca a fare la pasta in casa. Sono così orgogliosa di voi.
Ivano conosce alla perfezione la ricetta dell’amatriciana, proprio come la facevo io.
Sarà questo a legare voi tre eternamente. I momenti insieme. Il tempo che saprete dedicarvi.
Voi siete la mia eredità più bella. Non trascuratevi mai. Nessuno vi amerà come vi amate l’un l’altro ( ma poi mi spiegherete questa storia dei tatuaggi che vi siete fatti).

A proposito di tua madre. Abbracciala e stringila forte. Ha costruito dalle ceneri la sua nuova vita. E ora le appartiene.
Sapevo che era una donna forte e meravigliosa. Ora lo sa anche lei. Ma ricordaglielo sempre.

Ora qualche consiglio da tenere a mente:

Segui il profumo dei sogni che la vita è troppo breve per perdere tempo dietro progetti altrui.
Ricorda le buone maniere, distinguiti per la tua gentilezza, che vedo che al mondo ce n’è poca.
Ho visto che hai iniziato a scrivere per lavoro. Allora mi ascoltavi quanto ti dicevo di leggere. Continua.
Ascolta l’opera. Imparala. Conoscila. Apprezzala. E quel momento sarà solo nostro.
Regalati una sera a teatro con il vestito più bello. Quello che ti ho regalato.
Emozionati.
Viaggia.
Sii delicata. Con tutti, ma prima di tutto con te stessa.
Cucina senza perdere il senso della tradizione.
Non strafare, non essere esibizionista.
Infarina sempre la carne bianca prima di cuocerla.
Ricorda che il profumo e il sapore di un buon brasato saranno imbattibili anche tra trent’anni.
Sii una buona padrona di casa.
Goditi i momenti speciali. Spero che molti siano davanti a un tavolo apparecchiato.
Organizzati sempre. Farai meno fatica ad arrivare a fine giornata.
Mettiti le creme idratanti e cura la pelle.
Sei bella così, al naturale. Lascia perdere tutti quei mascheroni e anche a 50 anni non dimostrerai l’età che invece avrai.

Un’ultima cosa.
Anche quest’anno è arrivato il 24 febbraio. Arriva ogni anno e lo sai anche tu.

Continui a chiedere il mio giudizio su tante cose.

Rispondi a te stessa e avrai ciò che chiedi: sei orgogliosa della donna che stai diventando? “

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...