FOOD

Benvenuto autunno

Vellutata

Ed ecco che, finalmente, ci siamo.
L’autunno è arrivato e con lui, un clima meno accondiscendente e più capriccioso.
Ma con l’età sempre più adulta ho imparato ad amarle tutte, le stagioni.
Ho imparato a godere di ogni regali che esse portano.

Se prima attendevo ansiosa l’arrivo della primavera e dell’estate, ora mi godo ogni istante e faccio in modo che la stagionalità sia un percorso a 360 gradi e non legato solo alla cucina.
Oggi è piovuto tantissimo, con un vento un po’ troppo impertinente.
Riparata da un paio di leggins, una camicia di jeans e un maglione caldo non vedevo l’ora di coccolarmi con un risotto. Domani probabilmente ci sarà il sole che concederà le ultime colazioni sonnolente sul balcone con la marmellata di pesche appena fatta e il mio libro preferito da sfogliare in cerca di idee per il pranzo.

colazione

E quindi benvenuto autunno, che porti con te gonne un po’ più lunghe ma gambe sempre scoperte, i maglioncini pesanti ma gli short per racimolare ancora qualche raggio di sole.
Benvenuto autunno con le tue foglie rosse e i tramonti confortanti, quelli che invitano a chiudersi in casa e preparare qualcosa che rinfranchi il cuore.
Benvenute vellutate, e zuppe e risotti. Benvenute cotture lente e marmellate fatte in casa. Benvenuti biscotti. Benvenuto tè alla cannella e arancia.

Il mio autunno inizia con Paolo Nutini a ripetizione e la sua musica che accompagna la mia pasta da tirare, a volte ripiena, a volte lunghissima in robuste pappardelle.
Il mio autunno è la conta dei giorni che mancano al Thanksgiving Day e il menù da preparare tra zucche e castagne.
E’ il vino rosso che torna sulla tavola, e la voglia di andare in Piemonte a godere di tartufi e cioccolato.
E’ il calore della casa e il desiderio di viverla il più possibile. E’ la voglia di utilizzare le pentole in terracotta e di infornare cookies che profumano tutta casa.

La bellezza dell’estate è un profumo che sta svanendo lentamente, che fa sorridere ma che si sta allontanando per cedere il passo a quella fragranza più calda e speziata. Non è più l’irruenza dell’amore, bensì la certezza di un abbraccio, la ricerca del quotidiano, la conferma delle piccole cose.
La gioia è proprio celata tra le pieghe delle coperte ancora calde, nel profumo del caffè che è il buongiorno più bello, nelle calze che proteggono i piedi da un pavimento malmostosto

Allora basta guardarsi indietro con nostalgia per un’estate che si vorrebbe eterna.
Ogni stagione porta con sè meraviglia e frutti nuovi di cui godere.
Basta grigliate e vino ghiacciato. Concentriamoci sulle cotture lente che ci permettono la lettura di un buon libro e di una tazza fumante.
Basta aperitivi chiassosi. Apriamo la porta di casa e facciamoci ricordare per la nostra cordialità.
Basta musica e salsedine. Abbracciamo cartocci di castagne ancora bollenti e maglioni che sono certezze.

Sia la vostra felicità stagionale, godete di tutto, sorridete per le emozioni, aspirate a giorni soleggiati ma senza lamentarsi troppo per la pioggia incessante.
Ogni giorno è una nuova opportunità per essere entusiasti della vita, che a lamentarsi non si cambiano le cose.

Arriverà l’inverno e vi mancheranno i colori dell’autunno. Arriverà poi la primavera, perchè il sole vince sempre.
Ma la bellezza è qui e ora; quindi basta continuare a correre cercando domani o vivere di schiena per ciò che se n’è andato.

Benvenuto autunno, da celebrare con tavole color del fuoco, con risotti e formaggi, con torte alle mele e cioccolate calde, con la prima crema di cachi e i tartufi al gianduia.
Regalami libri da leggere distesa sul divano e gatti acciambellati sopra un plaid in tartan rosso.
Regalami succhi di frutta e torte a colazione.
Regalami tramonti infuocati su boschi color dell’ambra.
Regalami treni a inseguire la campagna marchigiana che diventa morbida.
Regalami occasioni per essere grata.
Regalami una cucina da pulire e ospiti felici per una cena ben riuscita.

VELLUTATA DI CAROTE E SEMI DI GIRASOLE

Ingredienti per 4 persone.
7 carote medie
3 patate
olio extravergine
1 scalogno
semi di girasole quanto basta
sale e pepe

In una pentola mettete a lessare le patate e le carote precedentemente pelate e sciacquate. L’acqua dovrà coprire le verdure di almeno due dita. Fatele cuocere una ventina di minuti dal bollore.
Tenete da parte un bicchiere di acqua di cottura, poi scolate le verdure. Tagliate finemente lo scalogno.
Nella stessa pentola fate soffriggere lo scalogno nell’olio, fino a farlo dorare. Poi aggiungete le carote e le patate e fatele insaporire qualche minuto. Aggiungete il bicchiere di acqua di cottura e spegnete il fuoco sotto la pentola; con un frullatore a immersione, rendete le vostre verdure una crema omogenea e delicata.

Se desiderate un risultato meno compatto aggiungete un pochino di acqua ancora; dipende dal vostro gusto personale.
Servite con una bella manciata di semi di girasole e pane tostato.

 

 

Annunci

3 thoughts on “Benvenuto autunno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...