FOOD

Quelle cose che…ma mi importa veramente?

Scone ai mirtilli rossi e cioccolato

Vi capita mai di chiedervi quante energie sprecate in lungo e in largo durante la giornata?
Oggi è stato uno di quei giorni talmente carichi di semplicità e felicità che mi ha permesso di ragionare su questa cosa.
Uno di quei giorni in cui dico “basta” e inseguo solo pensieri positivi e attimi sereni: il poltrire nel letto un pochino di più, la colazione fatta come si deve, il profumo del bucato da stendere e la casa finalmente pulita.
Proprio così!
Nella lista ci sono anche “to do” ma osservati da un punto di vista differente: certo, se parlo del profumo del bucato invece che del “un’altra lavatrice da fare” i panni non si dimezzano (e rimarranno una montagna da stirare dopodomani) ma nemmeno se mi lamento questi scompaiono.

E allora cambio. Cambio il mio punto di vista sul vivere la vita,
sul godere delle opportunità,
sul tralasciare l’inutile.

Ho la fortuna di essere ottimista per natura e poche cose riescono a buttarmi giù.
Ma ci sono giorni in cui mi sento come su una giostra per cavalli: giro, giro senza andare da nessuna parte.
Mi riprometto di fare mille cose entro la sera: i panni da stirare, gli articoli da scrivere, le mail da inviare, la casa da rassettare e poi al lavoro..
E allora partono i “devo fare, devo correre, devo sbrigarmi..”
E se non lo faccio? E se, per una volta, procrastinassi?

Il tovagliolo a sinistra

Così, i miei pensieri finiscono in un punto: e se le cose da fare le selezionassi con la formula del “ma è davvero importante”?
Una sorta di formulina mentale insomma per la quale mi do una calmata e se una cosa finisco per non farla, non casca il mondo.
E allora il modus vivendi si modifica in:
devo stirare… pazienza, lo farò domani
devo scrivere un articolo.. ok, è importante
devo rassettare casa… ok, ho bisogno di muovermi un po’

Ridimensionare la giornata, trovare attimi davvero speciali nel quotidiano, approfittare del tempo a prescindere da cosa si fa senza pensare a cosa non si sta facendo. Respirare, insomma, con il cuore.
E godere di tutto: della passeggiata intanto che ho un’ora d’attesa perché il sole oggi batte forte; della musica che amo di più e che mi accompagna in quelle due ora che dedicherò ai panni da stirare; del profumo del bucato che ti resta addosso anche quando sei lontana dal tuo nido, come fosse un filo invisibile, della sala d’attesa in posta per leggere un capitolo (o 4) del mio libro del momento; del tempo da dedicare ai figli per tornar bambini e giocare apportando leggerezza alla nostra giornata.

Basta poco: proviamo a cambiare il punto di vista da cui osserviamo la  vita, cerchiamo il bello ovunque, programmiamo per non arrivare affannate alla fine della giornata, godiamoci l’ottimismo che è il motore più bello che si possa avere all’interno.
Il resto è solo affanno.

SCONES AI MIRTILLI ROSSI E GOCCE DI CIOCCOLATO

Ingredienti per 8 fette

250 g di farina 00
80 g di burro freddo di frigorifero
2 cucchiai di zucchero
una bustina di lievito (16 g)
100 g di mirtilli rossi
50 g di gocce di cioccolato
110 g di crème fraiche (io ne uso una biologica dalla Normandia)

Procedimento

In una ciotola unisci la farina, lo zucchero e il lievito e mescola per unire bene tutti gli ingredienti secchi.
Incorpora il burro tagliato a pezzettini, utilizzando due coltelli e usandoli a forbice fino ad ottenere briciole grossolane.
Unisci i mirtilli rossi, le gocce di cioccolato e la crème fraiche.
Inizia a impastare con l’aiuto di un cucchiaio ma termina con le mani per uniformare bene il tutto.

Accendi il forno a 200 gradi e portalo in temperatura.
Stendi un foglio di carta forno su una teglia e crea un disco omogeneo del diametro di circa 20 centimetri (e alto 2 cm) con l’impasto.
Taglia incidendo il disco, con un coltello a lama piatta infarinato, prima in 4 spicchi e successivamente in 8.
Spennella con latte e cospargi di zucchero.
Inforna per 20 minuti.

 

 

 

 

Annunci

2 thoughts on “Quelle cose che…ma mi importa veramente?

  1. Eh, è difficile ma non impossibile. Anzi, direi che è la strada migliore da prendere quella del pensiero positivo per cambiare sia le nostre abitudini sia per fermarci un po’.
    E gli scones mi sembrano un ottimo promemoria 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...