FOOD · LIFESTYLE

Un pane speciale e una cena per 15 persone

Preparare una cena per 15 persone. Vi è mai capitato? Tipo per le feste comandate?
Tralasciamo il fatto che, in casa, nemmeno le ho 15 sedie ma, il primo pensiero è per certo “Cosa faccio da mangiare?!?!?!
Insomma, oggi vi voglio raccontare della mia esperienza e di come me la sono cavata visto che la Pasqua è vicina e potrebbe essere uno di quei casi in cui la domanda che apre l’articolo tocca a voi farvela!

L’organizzazione è tutto

Come organizzare un pranzo per tante persone

Lo step 0 è quello che precede di qualche giorno la preparazione di tutto: pensare al menù della serata.
La cucina è un teatro meraviglioso ma capita che si trasformi più in un’arena se ci trova impreparate.
Una cosa che ho imparato è che l’organizzazione è fondamentale quando si decide di avere gente a cena, siano essi pochi amici o una mandria di familiari che vogliono festeggiare la vostra laurea.
Circa una settimana prima stabilite il menù che andrà in scena quel giorno. Avrete il tempo di cambiare idea  su qualche piatto (come alla fine ho fatto io), organizzare e rinfrescare piatti e bicchieri , fare la spesa e comperare il vino giusto. Io ho optato per un antipasto abbondante, da servire in piedi, e un primo da cuocere in forno, in modo da non essere esageratamente affaccendata e godermi la serata insieme agli altri.
Non esagerate mai con le portate o avrete bisogno di una mano davvero!!
Arrivato il grande giorno appendete il menù in cucina: sarà il vostro planning della giornata da tenere sott’occhio

Iniziate dalle preparazioni più lunghe per finire con quelle più rapide.

Organizzare una cena numerosa

Il mio primo piatto erano i Vincisgrassi, una lasagna tipica marchigiana che prevede la preparazione del ragù.
Ecco da dove ho iniziato io. Verso mezzogiorno ho messo a cuocere il ragù in modo da doverlo solo controllare e potermi portare avanti con le altre cose.
Un consiglio. Per questa occasione siate clementi con voi stesse e optate per alcuni prodotti che vi facilitano la vita: un soffritto surgelato, una sfoglia pronta per la torta salata.
Non perderete tempo a sminuzzare le verdure e potrete dedicarvi a preparazioni più importanti come una crema pasticcera ben fatta.
Nel tempo in cui il soffritto bolliva ho preparato il pane di cui vi darò la ricetta e un’altro dai profumi prettamente marittimi, ho passato l’aspirapolvere e ho spolverato casa, ho preparato il dolce.
Poco prima dell’arrivo degli ospiti ho imbastito i due taglieri di affettati e formaggi e ho preparato i panini con creme fraiche e salmone (se li avessi preparati prima avrebbero assorbito tutta la crema).
Insomma, createvi un planning delle preparazioni in modo da facilitarvi il lavoro e non complicarvelo.

Apparecchiate (voi e la tavola).

In cucina tutto è pronto e, se avete seguito bene il planning, le tempistiche e non avete esagerato nel menù, saranno all’incirca le 18.00.
Preparate la tavola (nel caso in cui optiate per una tovaglia stiratela direttamente sul tavolo) e poi godetevi un bel bagno con candele e musica, scegliete un bel vestito, truccatevi e godetevi la serata. Anche voi fate parte dei bevitori 🙂

PLUMCAKE ALLO CHEVRE E PISTACCHI

Ho scelto questo pane per accompagnare della marmellata alle prugne e dello chevre aggiuntivo (opzionale).
Un modo divertente per rendere il pane, burro e marmellata un’alternativa da sera easychic
Potete optare anche per muffin monoporzione ma diminuite il tempo di cottura della preparazione a 25 minuti

 

Ingredienti 

60 ml di olio extravergine di oliva
250 g di farina 00
1 bustina di lievito
sale e pepe quanto basta
pistacchi quanto basta
200 g di crema di caprino
2 uova
200 ml di latte

Accendi il forno a 200 gradi e portalo in temperatura. Nel frattempo unisci la farina, il lievito, i pistacchi, il sale e il pepe in una ciotola capiente.
In un altro contenitore sbatti le uova con una frusta e aggiungi l’olio, il latte e il formaggio amalgamando tutto fino a renderlo omogeneo.
Unisci i composti liquidi alle farine e continua a mescolare (potresti fare fatica con la frusta. E’ meglio un cucchiaio di legno o una spatola).
Versa il composto ottenuto in uno stampo per plumcake imburrato e infarinato in precedenza.
Cuoci per 40/45 minuti poi, una volta sfornato, controlla l’interno con uno stuzzicadenti (dovrà uscire asciutto) e lascia raffreddare prima di servire.
Taglia a fette e servi con marmellata di prugne e crema di formaggio.

Plumcake allo chevre e pistacchi

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...