FOOD · TRAVEL

Falafel e i sogni israeliani

Falafel

Sogno Israele da sempre, e da sempre lo amo.
Non so esattamente quando è iniziata questo mio legame ma è una delle tappe che sono segnate nella mia agenda tra i viaggi da fare.
Non ci sono ancora stata; un po’ perché mia madre è una persona troppo ansiosa e un po’ perché è uno dei viaggi che voglio organizzare davvero bene.

Nel frattempo studio guide, imparo un pochino di ebraico e  leggo romanzi bellissimi.
Oltre alle cose da vedere, infatti, cerco sempre di addentrarmi nella cultura di un popolo attraverso la sua letteratura e una delle scoperte che ho fatto è stato Abraham Yehoshua.

Letteratura israeliana

L’amante è il suo romanzo che più mi è rimasto nel cuore.
Dimenticate la sensualità e la passione che evoca questa parola. L’amante stesso è tutto fuorché l’emblema del desiderio. Stiamo parlando di un omino pallido, quasi assente per tutto il romanzo perchè in fuga.
E allora nella quotidianità israliana si dipana questa ricerca. Ogni personaggio ha la sua voce ben precisa. L’autore abbandona il narratore onniscente e lascia che ognuno dei protagonisti racconti le sue realtà e i suoi tormenti.
Il romanzo rotola tra paesaggi e odori, guerra e ricordo. Il sogno stesso è spesso l’atmosfera più suggestiva.
E’ così che conosciamo una Haifa scossa dalla guerra e Adam, ricco proprietario di una officina che deve affrontare una moglie ingrigita dalla vita che sopravvive attraverso i sogni, una figlia insonne e ribelle (meravigliose le notti raccontate nel romanzo), un operaio arabo e un amante scomparso.
Un libro da leggere, un punto di partenza, o forse un compagno di viaggio per scoprire una terra speciale comodamente seduti il poltrona.

E dalla poltrona perchè non viaggiare anche attraverso il cibo, magari fedele compagno proprio di questo libro.
Oggi, che il tempo è perfetto per divano e romanzo, ho pranzato tardi con qualcosa di veloce ma inebriante nel profumo e nel sapore: i falafel.
Sono una delle mie preparazioni preferite: veloci, evocative e fulcro di quella che amo definire cucina del bacino del Mediterraneo.
Mi capita spesso di mangiare qualcosa che rimanda a qualcosa d’altro. Essere ad Ancona e sentire nel piatto una spezia della Turchia, pranzare ad Atene e ricordare un sapore tipico pugliese; oppure essere ad Amalfi e inseguire con la mente un profumo spagnolo.
E allora mi sento a casa ovunque, mi ritrovo in una realtà più grande e bellissima, piena del blu del Mediterraneo.
E la koinè ha un significato ben preciso pure in cucina.

Falafel

Falafel

INGREDIENTI
400 g di ceci precotti
1 spicchio di aglio

1 cipolla piccola
prezzemolo quanto basta
sale e pepe
un cucchiaio di paprika, curry e zenzero
un cucchiaio di succo di limone
pan grattato se necessario

In un robot da cucina tritate insieme i ceci, privati della loro acqua di vegetazione, l’aglio e la cipolla, il prezzemolo e il succo di limone
Scegliete voi la consistenza che preferite, se più grossolana o, come nel mio caso, cremosa.
Unite poi le spezie e il sale, mixando ancora per qualche secondo. Assaggiate e, se necessario regolate di sale.
Se il composto risulta troppo morbido aggiungete il pan grattato.
Lasciatelo riposare in frigorifero circa mezz’ora:
Accendete il forno a 180 gradi; formate delle polpettine che schiaccerete leggermente al centro, depositandole su una leccarda ricoperta di carta forno. Infornate per circa 20 minuti (girando i falafel a metà cottura).
Possono essere mangiate sia calde che fredde, accompagnate magari da hummus o tzatziki.

Ps: questa è la mia versione. Quella originale prevede l’uso di coriandolo e cumino come spezie. Io non le amo e quindi ho scelto le mie preferite. Se volete potete anche friggere i falafel invece che infornarli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...