cucina

Frittatine di piselli e sgombro

Avete presente quando la giornata vira verso lo schifo?
Ecco.
Ieri.
Ho passato buona parte del pomeriggio al computer, un po’ a lavorare e un po’ a perdere la concentrazione; così decido di preparare una ricetta con i primi fichi dell’albero: un plumcake.
Per staccare insomma.
Aveva appena grandinato, la casa era bella fresca e l’aria profumava del bastoncino al sandalo che avevo acceso.
Tutto perfetto insomma per trasformare una seduta di cucina in un’oretta di relax.

Accendo il forno, preparo le dosi di farina e mi sembra che la bilancia non dica il vero. 280 g in teoria ma in pratica mi sembrano di più; è digitale, magari si stanno scaricando le pile, o semplicemente sono io che non posso contare sulla misurazione a occhio.
Non ci penso e vado avanti; mi sarò sbagliata.
Taglio i fichi. Mi taglio quindi cerco di avvolgere il dito in un canovaccio per non morire dissanguata prima di essere arrivata ai cerotti.
Inizio a cogliere i segni che il mio bioritmo sia in confidenza con la scala Mercalli.
Inutile dirvi che ovviamente la dose di farina era sbagliata e alla fine, incazzata come un drago, ho buttato via tutto.
Una scena del genere:

Rassicuratemi del fatto che anche a voi capitano momenti di ira funesta quando le cose non riescono. Che online sembra tutto così rosa e pieno di unicorni che alle volte mi prende lo sconforto e il mio savoir faire se ne va alle ortiche.
E più che la mia adorata Csaba sembro Crudelia de Mon quando le scappano i cagnolini.

Ma si sa, oggi è un altro giorno e devo pur mangiare.
Così eccomi nuovamente in cucina, con un sopracciglio alzato in modo sospetto.
Tipo “speriamo bene perché se non ti affidi ai selfie e non sai più cucinare, è grave!”
Andrà bene o mi attaccherò alle patatine fritte? Invece è andata bene.
Così posso scrivere il nuovo post, libera finalmente dal meltdown di ieri e nuovamente fiduciosa nelle mie capacità.
Perché, alla fine, il cibo è e rimane il mio fedele alleato, anche se a volte non sembra.

Così, mentre fuori l’aria si rinfresca nuovamente, il sole gioca a nascondino con grandi nuvoloni di panna montata e il tempo promette piogge estive io mi affido al mio confort food per antonomasia: le uova.
Amo il connubio temporale estivo, calzoncini, maglione leggero e qualcosa di buono da mangiare, magari intanto che si coccolano i gatti sul divano.
Un finger food da rubare dal vassoio, così piccolo da non sentirti più di tanto in colpa se ne mangi uno di troppo.
Da qui l’idea di preparare delle frittatine al forno farcite con pisellini e sgombro.

Ho un debole per il pesce azzurro: tanto buono, reperibile quasi sempre e adatto ad ogni abbinamento.
Già è nota la mia dipendenza dalle acciughe (liguri) ma ora è tempo di raccontarvi anche della mia liason con Monsieur Maquereau.
Intanto lo preferisco al tonno nelle insalate e nei condimenti delle paste ( vi ricordate le mie bavette al pesto di rucola e sgombro?); poi, è molto diffuso nel Mediterraneo e, nei mari che circondano l’Italia, la pesca dello sgombro è molto praticata.
Questo significa prezzo accessibile per concederselo una volta di più a settimana.

Per quel che riguarda i benefici bisogna fare una considerazione: la maggior parte delle volte troviamo lo sgombro già conservato in pratiche scatolette.
Se non possiamo averlo fresco è una valida opzione ma bisogna seguire alcune accortezze.
Se non lo trovate al naturale, fate attenzione che sia conservato in olio extravergine di oliva e preferite i filetti interi a quelli già sminuzzati.
Oltre a renderlo ancora più gustoso, l’apporto di grassi buoni aumenterà l’effetto protettivo di questo pesce su cuore e arterie.
E’ infatti un pesce ricco di omega 3 ( alleati nella pulizia delle arterie e nella riduzione del colesterolo), di proteine e ha un grande apporto nutrizionale (addirittura maggiore del salmone) tra vitamine e minerali quali fosforo, magnesio e calcio.

Quindi accendete il forno e preparate queste frittatine leggerissime e tanto tanto salutari; abbinatele a un calice prima di cena oppure a una insalata di lattuga e rapanelli.
Ovviamente la cottura in forno è la genialata per evitare, non solo i condimenti, ma anche l’impiccio di girare la frittata e non riuscirci mai; poi in questa versione monoporzione impiegherete 5 minuti a preparare l’impasto e 25 per farvi la doccia intanto che loro cuociono.
E’ estate d’altronde e la leggerezza è qualcosa di dovuto.

FRITTATINE DI PISELLINI E SGOMBRO

INGREDIENTI PER 6 FRITTATINE
3 uova
90 ml di latte d’avena
1 cucchiaio di farina 00
sale quanto basta
pepe rosa macinato al momento
basilico tritato finemente
parmigiano reggiano grattugiato al momento
1 confezione di sgombro Riomare (privati dell’olio extravergine)
6 cucchiai di pisellini precotti

Accendi il forno a 170 gradi e portalo a temperatura. In una ciotola capiente rompi le uova, aggiungi sale, pepe, parmigiano e farina. Mescola per amalgamare bene gli ingredienti e, a filo, unisci il latte cercando di non creare grumi.
Aggiungi il basilico tritato e mescola ancora per unirlo al composto che risulterà ben liquido.
Imburra e infarina una teglia per muffin. Scuoti via l’eccesso di farina.
Rompi grossolanamente i filetti di sgombro nei 6 scomparti per muffin, versaci i pisellini e il mix della frittata.
Inforna per 25 minuti poi lascia intiepidire prima di toglierli dalla teglia, aiutandoti con un coltello a lama piatta.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...